Silvia Ghisio

Perché le persone non si candidano alle tue offerte di lavoro

Perché le persone non si candidano alle tue offerte di lavoro

Perché le persone non si candidano alle tue offerte di lavoro




Condivido questi appunti a beneficio di quegli imprenditori o loro collaboratori di PMI, micro imprese che sarebbe bello conoscere, di nicchia, che se solo chi sta cercando lavoro sapesse che esistono [..!] 

Oppure famose ma non per desiderabilità sociale… sapevi? 

A volte si ha il “problema” di avere un posto di lavoro da offrire e nessun candidato, oppure nessuno valido per la nostra organizzazione. [di questo secondo aspetto ti parlerò nelle prossime settimane]

Qui ti parlo del motivo per cui le persone non si candidano, se trovi questi aspetti scontati passa oltre. 

Il passaparola è un potente alleato, delle vendite come delle mancate assunzioni. ;)

Problema [apparente]: nessuno ha più voglia di lavorare 


Nando cercava la nuova contabile junior per la sua fortunata start up. 
Come mai non trovava una persona allineata alla ricerca? / motivata?

Check list per capire se in azienda si hanno le idee chiare, innanzitutto::

  • la JOB [il contenuto del lavoro del prossimo collega] 
  • I requisiti minimi [quelli di solito tecnici come la conoscenza delle lingue o programmi ..]
  • I requisiti soft e comportamentali [ a volte non pervenuti in fase di selezione per poi accorgersi che la risorsa non andava d’accordo con il team / o non è stata selezionata? / o non è stata semplicemente accolta e facilitata ?] 
  • Che cosa si chiede 
  • Che cosa si offre 
  • a chi risponde la risorsa 
  • con chi si interfaccia per lavoro
  • quali valori in azienda 
  • ... tutte le informazioni utili  a far capire chi legge se mandarti la sua candidatura e perché

A volte in azienda si hanno idee diverse e si rischia di comunicarlo anche all'esterno.

ANCHE IMPORTANTE chiedersi 
  • se quanto cerchi e quanto offri sia  in linea con il mercato.
  • che cosa si può scrivere su un annuncio di lavoro e che cosa no per effetto di alcune leggi in Italia ancora vigenti 
Perché lo dico? 
  • In questi giorni ho letto su un quotidiano questo annuncio:

    “ Ufficio in XXX cerca impiegata ragioniera a tempo indeterminato, 24 ore settimanali, con studi di 13 anni [nel senso?]… retribuzione superiore alla media… e poi conclude con “consiglio di rispondere a “quelli” già occupati date le condizioni proposte. ..”

    Che cosa pensa un potenziale candidato/a: 

    • Vogliono una donna [perché non un uomo?] wow meno male!! [peccato non si possa fare]
    • Una donna diplomata in ragioneria [a si.. 5 anni elementari, 3 alle medie, 5 per il diploma: 5+3+5= 13 // ok non vuole persone laureate o con studi successivi al diploma..] 
    • Pagano di più rispetto alla media di che cosa? [quale CCNL viene proposto? / quale inquadramento? / pagano gli straordinari? Quali piani di welfare…? / ]
    • Consiglio di rispondere… vabbè le è scivolato un tono smart in un annuncio sin qui formale
    • “quelli” già occupati / le persone che hanno i requisiti precedenti e hanno perso il lavoro non rispondano perché di certo non sono bravi professionisti [se no non ti avrebbero licenziata..???]

    Meglio rischiare di non far passare il periodo di prova [perché se ne deduce che non ci sia un sistema strutturato di valutazione delle performance] ad una persona che ha già un impiego e lo lascia per andare a fare la ragioniera p-time, piuttosto che accogliere una persona felice di lavorare p time e nell’ufficio in questione [che poi sarebbe bello anche capire che cosa si fa: ufficio commerciale? Settore? Studio professionale? ..]

    Perché?? Quanti CV avrà raccolto?