Silvia Ghisio

Come rispondere alla domanda: Il C level deve essere un Influencer?

Come rispondere alla domanda: Il C level deve essere un Influencer?

Come rispondere alla domanda: Il C level deve essere un Influencer?



Qui trovi una bibliografia [su influencer personal branding e personalità e differenze individuali] in risposta alla domanda: “secondo voi i C level / executive level del futuro saranno anche degli influencer?
fatta da un collega HR qualche giorno fa. 

Ho risposto no, e intanto ho pensato “dipende”. 

Dal punto di  vista del marketing [verso l'esterno dell'azienda] che cosa significa “influencer” ? 

Domitilla Ferrari - Marketing e Communication Director dice spesso
Non sono una influencer, sono una che ha imparato a farsi influenzare.” In tal senso usa il termine “Influenced”.

Domanda: I C level si fanno influenzare? 

Rudy Bandiera - Divulgatore 
Identifica i  3 parametri molto semplici e misurabili [per definire una persona influencer]:

  • il numero di follower, che è un valore seppure non assoluto: se hai pochissimi follower non puoi essere definito un influencer. Ma nemmeno se hai milioni di follower che però hanno un pensiero negativo di te!
  • il canale di produzione dei contenuti: dove vengono diffusi i contenuti? su canali autorevoli? insomma, il contenitore è parte del contenuto
  • l’engagement: quanto sono realmente attivi i tuoi follower rispetto ai tuoi contenuti

Mi chiedo:
Chiara Ferragni è un influencer? [ed è un C level che si fa influenzare dai suoi?]


Nella teoria dell’opinione pubblica, per soggetto influente si intende un

individuo che è in grado di influenzare in modo rilevante le opinioni e gli atteggiamenti degli altri in ragione della sua reputazione e autorevolezza rispetto a determinate tematiche o aree di interesse.

In questa accezione, la figura dell’influente coincide, o è molto vicina, a quella del leader d’opinione